Blue Flower


 

La Fisarmonica a 72 bassi, sia a pianoforte che cromatica (a bottoni) è uno strumento che potrebbe essere una buona soluzione, in fase di studio, sia per esecuzioni di un certo tipo.

Tralasciando ora, le caratteristiche sulle voci, o sulla sua modalita' costruttive, che possono variare da strumento a strumento vediamo le differenze e le possibilita' dei vari modelli.

LA FISARMONICA A 72 BASSI - SISTEMA A PIANOFORTE

La fisarmonica a pianoforte a 72 bassi è uno strumento con una discreta gamma di note sia alla parte del canto che nel lato sinistro, quello dei bassi.Si tratta di uno strumento con circa 3 ottave di estensione, partendo dal Sol grave arrivando sino al Mi acuto.

Il suo peso è di circa 7 kg e le sue dimensioni circa 20 x 40 cm.

Rappresenta una mediocre soluzione per affrontare un percorso didattico, la sua buona estensione, relativa al peso è indicata per esempio per esibirsi sfilate, o laddove e necessario con lo strumento addosso, per diverso tempo. E' importante verificare comunque che disponga al lato dei bassi, anche la fila per gli accordi diminuiti, in caso contrario, uno studio della fisarmonica con questo tipo di strumento potrebbe rivelarsi molto limitato.

 

 

IMPELLICCIATURA E SBATTENTATURA

Questa fase consiste nella stuccatura del legno e la preparazione della cassa per il rivestimento per mezzo di celluloide di vari colori. Questa operazione viene detta “Impellicciatura”.

Durante l’essiccazione della celluloide (1 o 2 settimane) vengono preparate le soniere, parte fondamentale della fisarmonica, su cui verranno montate le voci, che permettono allo strumento di produrre il suono. Raggiunta l’essiccazione della celluloide avviene la carteggiatura per mezzo di carta abrasiva dopo di che si passa alla lucidatura con spazzole rotanti.

 

 

Successivamente si procede alla fase di sbattentatura, ossia l’apertura di asole per incastrare gli accessori dello strumento.

 COSTRUZIONE DEL MANTICE

Costruire una Fisarmonica, i materiali e la scocca 

(Articolo a cura della Ditta Teknofisa di Vercelli)

La fisarmonica è uno strumento musicale aerofono a mantice; è stato per lunghi anni uno strumento folcloristico legato alla tradizione della danza popolare.

La fisarmonica ha due bottoniere: una corrispondente alla mano sinistra ed è usata per l'accompagnamento che fa suonare i bassi e gli accordi maggiori, minori, settima e diminuita, l'altra corrispondente alla mano destra (fisarmonica cromatica). Esistono anche fisarmoniche dove la mano destra suona su una tastiera simile a quella del pianoforte (fisarmonica a piano). Esiste una variante della fisarmonica a bottoni, la fisarmonica "diatonica", identica nell'aspetto a quella cromatica, ma che differisce per il funzionamento: nella cromatica un bottone produce la stessa nota indipendentemente dal verso del mantice (ossia apertura o chiusura), mentre nella diatonica lo stesso bottone produce due note diverse a seconda del verso del mantice (una nota aprendo ed una nota chiudendo).

 

Il cuore della fisarmonica è il mantice, che viene azionato dall'esecutore per immettere l'aria necessaria a far vibrare le ance. Le ance sono piccole lame d'acciaio intonate, controllate da valvole collegate ai tasti, che vibrando producono il suono; esse sono montate su appositi supporti di legno dette soniere o scalette.

Le fisarmoniche si possono suddividere ulteriormente in "Standard" e "Bassi sciolti" (sia cromatica che a piano) in base al funzionamento della bottoniera della mano sinistra: nelle prime, come già detto sopra, la mano sinistra esegue l'accompagnamento (bassi e accordi), mentre nelle "bassi sciolti" è presente un convertitore che mediante un

Uno degli accessori amati e odiati dai fisarmonicisti è sicuramente il supporto.Spesso i fisarmonicisti sono un po' riluttanti al suo utilizzo, per diverse ragioni, la piu' importante è che giustamente viene a mancare quel contatto fisico tra lo strumento e il fisarmonicista.In alcuni casi molti ritengono il fatto di stare in una posizione fissa ed immobile sia anche una grande limitazione, ed in effetti non sono motivi da sottovalutare. Ma sull'utilizzo del supporto possiamo trovare anche dei vantaggi:

Una domanda, che spesso mette a competizione gli amanti dell'uno o dell'altro sistema. Vi proponiamo questa interessante analisi fatta da un utente del nostro Forum, Massimo.

 

FISARMONICA A PIANO CONTRO FISARMONICA CROMATICA

Quale è la migliore, la fisarmonica a pianoforte o quella cromatica? Questa domanda viene spesso dibattuta nei post degli appassionati. Avrebbe invece più senso chiedersi: quale è il sistema più appropriato per quel particolare individuo? Questo testo tenta di aiutare sia chi si sé appena accostato alla fisarmonica, che chi già suona con un sistema e si chiede se potrebbe ottenere un miglioramento passando all’altro. Non ha importanza il sistema scelto, l’aver scelto quello “sbagliato” non potrà mai essere una scusa per suonare male, in quanto entrambi sono strumenti versatili che, nelle mani di un bravo musicista, possono produrre risultati grandiosi.

Di seguito troverete un elenco di aspetti tecnici nei quali i due sistemi vengono comparati. Leggendole potrete assegnare dei punti al sistema che pensate migliore sotto quell’aspetto. Alla fine potrete sommare i punti e constatare quale tipo si adegua meglio alle vostre necessità. Ma non può essere questo test non l’unica cosa che decide la scelta del tipo di strumento. Possono esserci altri aspetti oltre quelli qui riportati, e si possono aggiungere categorie personali. E non dimenticare neppure che questo test non può sostituire l’esperienza che si ottiene provando realmente questi diversi strumenti; e possibilmente per un periodo di tempo abbastanza esteso. Comunque se suonate una pianoforte e volete un’idea di cosa sia suonare una cromatica, provate ad usare la tastiera del computer come una sostituta. Anche se i tasti non sono perfettamente allineati sono vicini abbastanza da dare un’idea.

Per ognuna delle categorie seguenti, dovrete in primo luogo decidere quale dei due sistemi sia il migliore, quindi dare un punteggio da 0 a 10 a quello che considerate il “vincitore” e, sempre, 0 punti all’altro. Prima di decidere dovrete chiedervi quanto quell’aspetto sia importante per voi. Se invece la categoria non ha alcuna importanza per voi, allora date o punti ad entrambi i sistemi. Se invece si tratta di un aspetto che ritenete particolarmente importante date 10 punti a quelle che reputate il migliore e, naturalmente, sempre 0 all’altro.

In questo Articolo suggerito da Giacomo, ecco alcuni punti d'attenzione quando si decide di acquistare una fisarmonica

Innanzitutto, bisogna distinguere un acquisto di uno strumento nuovo o usato, perchè dovremmo affrontare problemi diversi in base alla nostra scelta. Il primo consiglio che mi sento di darvi, e' che se vi state accingendo allo studio della fisarmonica, o se state facendo un acquisto per vostro figlio che si vuole avvicinare a questo meraviglioso strumento, è inutile e altrettanto eroico spendere 5000 euro per la super fisarmonica.Questo per diverse ragioni, prima di tutto, potrebbe essere che sia un fuoco di paglia, e che la passione si spenga alle prime difficolta', è inutile nascondere, che lo studio di uno strumento musicale è duro e non è certo una passeggiata.

Di fisarmoniche siamo abituati a vederne di tutti i tipi, colorate, aeregografate, tutto di piu’. Ma alla sola idea di uno strumento interamente costruito in legno non ci puo’ lasciare indifferente e possiamo immaginare quali sonorita’ potremmo sentire ed assaporare.